Galleria Artemisia - Mortegliano (UD) Italy
 
 
home > visite didattiche

 
 
 

visite didattiche

 

 

 

 

OMAN

Un Paese che da sempre affascina i visitatori per i paesaggi straordinari, per le alte montagne rocciose, per le oasi lussureggianti, per le spiagge bianche ed i vasti deserti con dune dorate. L'Oman é un paese dove il turismo di massa non esiste e quindi non sono stati ancora modificati i ritmi di vita, dove si si riesce a contemplare un tramonto sul mare, il profumo dell'incenso, un artigiano al lavoro, una torre merlata e molto altro ancora...

1° giorno: Venezia/Muscat  -  Partenza con volo di linea KLM per Muscat. Incontro l’assistente per il disbrigo delle formalità doganali e l’acquisto del visto d’ingresso in loco. Trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e pernottamento.

2° giorno: Muscat  - Colazione in hotel e partenza per la visita della capitale del Sultanato dell'Oman. Muscat è situata in magnifica posizione sul mare con aspre montagne alle spalle. Visita del Museo etnografico Bait al Zubair, proseguimento verso l’Alam Palace sosta fotografica alla residenza del Sultano, passeggiata a piedi fino a raggiungere il lungomare da dove si possono ammirare i  forti portoghesi Jalali e Mirani del XIV secolo. Arrivo al suq di Muttrah, visita e shopping. Cena e pernottamento in  hotel.

3° giorno: Muscat/Grande Moschea/BimanSinkhole/Wadi Tiwi/Sur (250 km ca)  - Prima colazione in hotel e partenza in  pullman verso Sur. Visita della grande Moschea di Muscat, splendido esempio di architettura araba moderna. Arrivo a BimanSinkhole, un cratere con acque cristalline dove si incontrano le acque dolci della Wadi e salata del mare. Breve sosta  per  effettuare foto dall’alto a  Wadi Shab; la Wadi, dopo il tifone Gona, è una gola tra le rocce piena d'acqua. Arrivo quindi a Wadi Tiwi, passeggiata all'interno dell'Oasi ricca di palme e alberi da frutta. Arrivo a  Sure e pranzo in hotel. Pomeriggio visita della graziosa cittadina famosa per i cantieri navali dove vengono costruiti ancora con metodi tradizionali i Dhow, le tipiche imbarcazioni omanite, visita dell'area di Ras Ayqah con il faro e le case dei pescatori con le particolari porte delle abitazioni intagliate. Cena e pernottamento in Hotel. Dopo cena  escursione facoltativa alla spiaggia delle tartarughe.

4° giorno: Ras Al Jinz/Wadi Bani Khalid/Wahiba Sand ( 230 km ca ) - Prima colazione e partenza per Wadi Bani Khalid,  in base al numero dei partecipanti  lungo la strada si lascerà il bus per prendere i fuoristrada, poiché con il pullman grande non si può scendere alla wadi. Visita di questa spettacolare oasi, una delle più belle e famose dell'Oman. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per il deserto di Wahiba Sand con le sue dune rosate. Cena e pernottamento al campo tendato fisso con servizi privati ArabianOriyx. Nel pomeriggio entusiasmante escursione tra  nel deserto in attesa del tramonto.

5° giorno: Wahiba Sand/Sinaw/Jabreen/Bahla/Al Hamra/Nizwa ( 360 Km ca) – Dopo la prima colazione si esce dal deserto e, lasciati i fuoristrada si riprende il bus, partenza per Sinaw, uno dei mercati  più caratteristici del Sultanato, che si tiene ogni  giovedì.  Qui è possibile incontrare le donne beduine con le tipiche maschere che coprono il volto e gli anziani  in abito tradizionale. Proseguimento per Jabreen visita del castello fortificato costruito nel 1671 uno dei più belli e raffinati dell'Oman. Arrivo a Bahla, città storica un tempo circondata da 12 chilometri di possenti mura, dove si trova l'imponente forte posto sotto la protezione dell'Unesco. Pranzo in ristorante. Proseguimento per Al Hamra un bellissimo villaggio semi abbandonato con le tipiche case di fango circondato da un lussureggiante palmeto. Passeggiata all'interno del villaggio con scorci paesaggistici molto particolari. Arrivo a Nizwa, antica capitale del Sultanato. Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno: Nizwa/Birkat Al Mouz/Muscat ( 270 Km ca) - Prima colazione e visita del forte a pianta circolare e del castello di Nizwa incluso il Museo che è stato ricavato nei locali anticamente adibiti a prigioni. La visita di Nizwa continua con il caratteristici suq delle spezie, della frutta e verdura dove vengono venduti i datteri, sarà possibile trovare la famosa acqua di rose prodotta sulle montagne di Jabal Akdar. Qui si trovano anche numerosi negozi di artigianato locale. Pranzo nella Majalis di una famiglia omanita a base di piatti tipici. Nel pomeriggio visita del villaggio di Birkat al Mouz. Rientro a Muscat, sistemazione, cena e pernottamento in hotel.

7° giorno: Muscat/minicrociera a Bandar al Khayran/Muscat - Prima colazione in hotel, visita della galleria commerciale dell’Opera House e trasferimento alla Marina dove ci imbarchiamo su una barca veloce. La minicrociera dura circa due ore, il paesaggio è meraviglioso: archi naturali scavati nelle rocce, calette con piccole spiagge isolate, acque cristalline con colori che vanno dal turchese al verde smeraldo, pesci multicolori, rocce che scendono a picco sul mare...Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza per il rientro in Italia. Pernottamento a bordo.

8 giorno:  Arrivo in mattinata a Venezia.

Dal 12 al 19 Novembre 2017

La quota di partecipazione (base 30 persone) è fissata in Euro1.750,00 (soci sostenitori Euro 1.730,00) comprensivi di: voli di linea da e per Venezia – tasse aeroportuali - trasferimenti aeroporto/hotel/aeroporto - tour effettuato in pullman/fuoristrada per il deserto e Jabal Akdar - sistemazione in hotel 3/4* in camere doppie con servizi privati - pasti come da programma - acqua a disposizione sui fuoristrada ed una bottiglia a persona a notte in hotel e durante i pasti - ingressi indicati nel programma - guida professionale italiana – assicurazione medico/bagaglio – visto d’ingresso – accompagnatore al seguito. Possibilità di Polizza Annullamento Viaggio. Adesioni entro il 15 Giugno con il versamento di euro 500,00 a titolo di caparra. Il programma dettagliato e la data del saldo saranno comunicati ai partecipanti.

Accompagna: Annaluisa Gori – guide locali

Organizzazione Tecnica: Volando via – Udine

 

MANTOVA E SABBIONETA.

Raggiungiamo la bella Mantova in tarda mattinata e, dopo il pranzo libero, la passeggiata guidata parte dalla piazza Sordello, con la cattedrale di San Pietro, sulla quale affacciano i medioevali palazzo Bonacolsipalazzo del Capitano e la Magna Domus. Passiamo sotto la Torre della Gabbia e proseguiamo verso piazza Broletto con il duecentesco Palazzo del Podestà,l’Arengario e la Torre Civica. Raggiungiamo piazza Erbe con l’imponente Palazzo della Ragione e la rinascimentale Torre dell’Orologio.  Ad un livello inferiore della stessa piazza sorge la Rotonda di San Lorenzo, rara chiesa a pianta anulare. L’itinerario si conclude in Sant’Andrea, rinascimentale prestigiosa basilica progettata da Leon Battista Alberti. Entriamo nel Teatro Scientifico del Bibbiena e concludiamo il tardo pomeriggio al mercatino natalizio o guardando qualche presepe nelle chiese meno note della  città… Il sabato ​entriamo nel Castello di San Giorgio, al cui interno Andrea Mantegna affresca il capolavoro del Quattrocento italiano: la Camera degli Sposi. Poi il Palazzo Ducale con gli affreschi di Pisanello, Andrea MantegnaGiulio Romano, la celebre pala di Rubens e gli arazzi su cartoni di Raffaello. Al termine della visita, partiamo per Grazie di Curtatone dove visitiamo il Santuario Gonzaghesco Dopo il pranzo in ristorante tipico proseguiamo per Sabbioneta, città ideale del Rinascimento italiano, voluta dal Principe Vespasiano Colonna Gonzaga. La domenica mattina dopo aver visitato Palazzo Te lasciamo la città e, sulla via del rientro, passiamo da San Benedetto in Polirone per la visita del meraviglioso complesso monastico fondato nel 1007 da Tedaldo di Canossa, nonno della celebre contessa Matilde. Ammiriamo i tre chiostri: dei Secolari, di San Simeone e di San Benedetto, il suggestivo ed imponente Refettorio del ‘500 dove lavorò il giovane Correggio e la magnifica Chiesa Abbaziale, riedificata nel 1540 da Giulio Romano. Al suo interno si trovano la tomba di Matilde di Canossa, il cui corpo venne poi trasferito nella Basilica di San Pietro a Roma, la Sagrestia di Giulio Romano e il bel coro ligneo. Rientro a Udine in serata.

Venerdì, sabato e domenica 8 – 9 e 10 Dicembre 2017

La quota di partecipazione (base 35 persone) è fissata in Euro 250,00 (soci sostenitori Euro 245,00) comprensive di: pullman granturismo - sistemazione in hotel 4* stelle, in camere doppie con servizi privati e trattamento di mezza pensione (pernottamento, prima colazione e cena) – pranzo tipico del sabato – gli ingressi ai siti e monumenti indicati – guida locale – accompagnatore al seguito. Adesioni entro il 15 Ottobre con il versamento della quota di partecipazione. Il programma dettagliato sarà comunicati ai partecipanti.

Guida: Alessia Margonari – Accompagna: Annaluisa Gori

 

ROVIGO. Palazzo Roverella: Le Secessioni Europee. Monac, Vienna, Praga, Roma”

Secessione fu il termine usato alla fine del XIX secolo per indicare i gruppi di artisti che si riunivano in polemica contro le grandi manifestazioni d’arte ufficiali e intendevano esprimere un’idea nuova nel panorama delle arti figurative sia sotto il profilo stilistico che tematico. A Monaco la secessione, datata 1892, è la più significativa, in ordine di nascita ma inizialmente non ha una fisionomia ben definita e specifica. Presto però assume quel taglio modernista che sarà definito Jugendstil. La Secessione Viennese si forma nel 1897 e rappresenta, sin dal suo esordio, l’evoluzione e il superamento di tutte le formule allora esistenti, incluso il simbolismo. Sostenuta dallo scrittore Ludwig Hevesi e dal pittore Gustav Klimt, al volgere del secolo, il movimento inizia a rappresentare con i suoi compiacimenti astratto-razionalisti e bizantineggianti, una visione diversa dell’arte rispetto al Modernismo europeo, estendendo la sua influenza, come la consorella monacense, verso l’area italiana e slava. La Secessione Praghese prende forma in una serie di gruppi più o meno organizzati che, a partire dal 1890, si ritrovarono a manifestare le loro idee in aperto contrasto con l’arte ufficiale boema. Tra gli artisti che ne fanno parte, il più celebre è il boemo, Alfons Mucha. A differenza delle secessioni europee, che mostrano tutte una disposizione quantomeno simbolista, la Secessione Romana (1913-1916) adotta una formula diversa, quella dell’esposizione libera e giovane che permette al suo interno, seppur con alcune limitazioni, lo svilupparsi di linguaggi differenti. Continuiamo nel pomeriggio a:

FERRARA. Palazzo Diamanti: “Carlo Bononi (1569-1632). L’ultimo sognatore dell’Officina ferrarese

Pittore di scene mitologiche nonché di grandi cicli decorativi sacri e di pale d’altare, Bononi elabora un linguaggio pittorico che pone al centro l’emozione, il rapporto intimo e sentimentale tra le figure dipinte e l’osservatore. Negli anni drammatici dei contrasti religiosi, dei terremoti e delle pestilenze, il sapiente uso della luce e il magistrale ricorso alla teatralità fanno di lui uno dei primi pittori barocchi della penisola, come testimoniano le seducenti decorazioni di Santa Maria in Vado del 1617 circa. Ma Bononi fu anche un grande naturalista: nelle sue opere il sacro dialoga con il quotidiano. Tele come il Miracolo di Soriano o l’Angelo custode mostrano quanto acuta fosse per l’artista la necessità di calare il racconto sacro nella realtà, incarnando santi e madonne in persone reali e concretamente riconoscibili. 

Domenica 17 Dicembre 2017

Partenza in pullman granturismo alle ore 7.00 da Udine Teatro, lato Viale Trieste (7.20 Galleria Artemisia - Mortegliano). Rientro previsto per le 21.00. Costo di partecipazione (base 35 persone) Euro 54,00 (soci sostenitori Euro 52,00 comprensive di: pullman granturismo, ingressi alle due mostre (entrambe le visite costano Euro 20,00 e possono essere escluse) e guide al seguito. Adesioni entro il 28 Novembre

Guide interne a Palazzo Diamanti per la Mostra di Bononi – Guida/accompagna: Annaluisa Gori

 

BERLINO. Il ricordo di qualcosa.

Con un volo pomeridiano atterriamo a Berlino e raggiungiamo, con un trasferimento privato, il hotel in centro. Dedichiamo il giorno successivo alla Berlino trionfale: passeggiata dalla Porta di Brandeburgo fino al Duomo con tappa nella piazze importanti per la storia della città, dove si trovano tutte le varie impronte lasciate dagli Hohenzollern: la piazza Gendarmenmarkt, la Bebelplatz, la Neue Wache, lo Zeughaus e il Duomo. Dopo il pranzo libero raggiungiamo l’Isola dei Musei per visitare il Pergamon (putroppo la sala dell'altare è chiusa per restauro fino al 2023 ma si vedono Babilonia, Mileto, e la Stanza di Aleppo…vale alla grande!). Il terzo giorno e per la Berlino moderna e modernissima: passeggiata attraverso i nuovi nuclei architettonici della Berlino costruita dopo il muro: si focalizzerà l’attenzione del gruppo sulla Hauptbahnhof, sul Reichstag, il Band des Bundes, il Kanzleramt e si passeggerà attraverso la Potsdamer Platz di Renzo Piano (complesso Daimler Chrisler) e Helmut Jahn ( Sony Center). Dopo il pranzo libero, sempre all’Isola dei Musei, entriamo alla Alte Nationalgalerie che ospita una delle più importanti collezioni tedesche di pittura dell’Ottocento e comprende capolavori di Caspar David Friedrich, Arnold Böcklin, Adolph Menzel, Edouard Manet, Claude Monet, Auguste Renoir e Auguste Rodin… Per il quarto giorno propongo la Berlino dei Totalitarismi: visita dei luoghi e dei siti calienti di Berlino che mostrano la storia del 20 secolo. Dal Reichstag, legato all'impero degli Hohenzollern, ma anche a Hitler e Stalin per gli eventi del 1933-1945 e al Muro, si seguirà un percorso che mette in risalto le cause, i modi e le conseguenze delle due dittature che si sono succedute a Berlino nel XX secolo. La Porta di Brandeburgo, il Memoriale agli ebrei sterminati, il ministero delle finanze, la vecchia sede delle SS e SA, i resti del muro e il Check Point Charlie. Dopo il pranzo libero raggiungiamo lo Jüdisches Museum, spettacolare progetto di Daniel Libeskind e considerato, per i suoi contenuti e la sua architettura, un’eccellenza mondiale. Il Museo, sintesi architettonica dell’identità culturale di un popolo, si pone anche come tangibile espressione della presenza e del ruolo degli ebrei in Germania, ma oltre tutto questo è un invito alla riconciliazione, fisica e spirituale, della città di Berlino con l’Olocausto.  L’ultima breve mattinata è per una lauta colazione e la partenza verso l’aeroporto da dove, un breve volo, ci riporta in Italia

26 – 27 – 28 – 29 e 30 Dicembre 2017

La quota di partecipazione (base 30 persone) è fissata in Euro 570,00 (soci sostenitori Euro 560,00) comprensive di: Volo aereo A/R di linea da Treviso – Franchigia bagaglio a mano 10 Kg. – Transfer a Berlino dall’aeroporto all’albergo e viceversa – sistemazione in hotel 4* centrale in camere doppie con servizi privati e prima colazione – tasse e percentuali di soggiorno –Ingressi ai musei indicati nel programma – Guida e accompagnatore al seguito. Adesioni entro il 15 Ottobre con versamento di Euro 200,00 a titolo di caparra. La data del saldo e il programma dettagliato saranno comunicati ai partecipanti.

Guida: Angelo Pirrera – Accompagna: Annaluisa Gori

Tour in programmazione

 

ANTICIPAZIONI 2018

SORPRENDENTE BORGOGNA.

La Borgogna è una regione prospera, famosa per il vino, dove la cucina è semplice ma eccellente e l’architettura magnifica! Qui la vita degli uomini è strettamente intrecciata a quella della natura; le tradizioni resistono e i villaggi di pietra, sospesi nel tempo, si alternano alle foreste e ai lunghi e bassi filari che inanellano dolci colline. Silenzi claustrali, chiese romaniche, cattedrali gotiche, un ospedale ricoperto di pinnacoli e tegole lucenti…impariamo a leggere portali istoriati e jubè ricamati…assaggiamo il vino nuovo e bridiamo al nuovo anno!

Per attraversare le Alpi raggiungiamo Aosta, scegliamo il Monte Bianco e, oltrepassato il traforo, pernottiamo in Franca Contea. A Boug en Bresse, nella chiesa abbaziale di Brou, gli intagli degli stalli del coro, le vetrate e il meraviglioso jubè ci riempiono gli occhi. Attraversando un paesaggio di colline e vigneti raggiungiamo Cluny per visitare uno dei maggiori centri religiosi del medioevo. Beaune è racchiusa dai bastioni e custodisce un tesoro inaspettato: un ospizio costruito nel 1443 per accogliere i poveri, concepito secondo i progetti degli ospedali del nord della Francia. Il tetto multicolore, le guglie e le cuspidi ci attirano al suo interno dove è custodito il celebre polittico del Giudizio Universale di Roger van der WeydenDigione odora di senape con pan pepato e racconta un passato lontano e ricchissimo. La gotica Notre Dame, dai curiosi doccioni, il Palais des Ducs, la bella facciata di St. Michel per finire col Museo di Belle Arti, uno dei più importanti di Francia. Vezelay è patrimonio dell’Unesco; come i pellegrini medievali, che qui si davano appuntamento per proseguire verso Compostela, saliamo lungo la stradina che porta all’antica abbazia di St-Madeleine dove si diceva fossero conservati i resti di Maria Maddalena. La facciata è un incanto! Autun, fondata da Augusto, ancora oggi è stupenda. La magica cattedrale di St-Lazare fu costruita nel XII secolo e il suo portale gemino è un capolavoro di scultura romanica attribuito con certezza a Gislebertus. Tonnerre è graziosissima, circondata da vigneti, sulla riva sinistra dell’Armancon. Ad Auxerre la Cattedrale di St-Etienne ha un’imponente facciata ritmata da contrafforti, stupende vetrate istoriate e una cripta che custodisce l’affresco romanico di un Cristo su un cavallo bianco. L’abbazia di Fontenay è il più antico edificio cistercense rimasto e mirabilmente conservato; fu fondato proprio da Bernardo di Chiaravalle e costruita in mezzo ad una foresta. Ci viene proposta la regola monastica nella sua completezza: sublime austerità e massima compostezza! Rifiutiamo e andiamo avanti… l’odore del vino nuovo ci riporta alla realtà e rientriamo pieni di buoni propositi per il nuovo anno…

Dal 2 al 7 Gennaio 2018

La quota di partecipazione (base 30 persone) è fissata in Euro 650,00 (soci sostenitori Euro 640,00) comprensive di: pullman granturismo - sistemazione in hotel 3/4* stelle, in camere doppie con servizi privati e trattamento di mezza pensione (pernottamento, prima colazione e cena) – gli ingressi ai siti e monumenti indicati – guide locali ove previste – accompagnatore al seguito. Adesioni entro il 20 Ottobre con il versamento di Euro 200,00 a titolo di caparra. La data del saldo e il programma dettagliato saranno comunicati ai partecipanti.

Guida/accompagna: Annaluisa Gori – Guide locali – Driver: Roberto

Tour in programmazione

 

MILANO. Palazzo Reale “Dentro Caravaggio” e MILANO CONTEMPORANEA.

Saranno riuniti per la prima volta in un’unica esposizione 18 capolavori del maestro: dal San Giovanni Battista (1603), al San Girolamo Penitente (1605-1606); dal Fanciullo morso da un ramarro (1596-97), al Sacrificio di Isacco (1602-03). Le opere provengono dai maggiori musei italiani e da importanti istituzioni internazionali. Ma a fare notizia e a spiegare il titolo “Dentro Caravaggio” sarà un allestimento che per la prima volta porterà al pubblico non solo l’emozione e la possibilità di ammirare i dipinti sulla tela, ma darà anche modo di capirne il processo di realizzazione, attraverso un apparato multimediale a corredo di ogni singola tela nel tentativo davvero di andare “dentro” la fase creativa. Le riflettografie e le radiografie che penetrano in diversa misura sotto la superficie pittorica, aiuteranno ad interpretare fasi compositive invisibili all’occhio.

Dopo il pranzo libero completiamo la giornata con il tour della Milano Contemporanea  che ci permetterà di apprezzare un volto inedito di questa città che continua a salire: il sontuoso Palazzo Lombardia, sede del governo regionale, la passeggiata nel quartiere Porta Nuova, caratterizzato da grattacieli ed edifici futuristici, l’affascinante Torre Pelli, il  Bosco Verticale, realizzato secondo un concetto innovativo di connessione fra modernità e natura fino al design audace di Piazza Gae Aulenti, il centro del quartiere.

Domenica 21 Gennaio 2018

Partenza in pullman granturismo alle ore 7.00 da Udine Teatro, lato Viale Trieste (7.20 Galleria Artemisia - Mortegliano). Rientro previsto per le 21.00. Costo di partecipazione (base 35 persone) Euro 62,00 (soci sostenitori Euro 60,00) comprensive di: pullman granturismo, ingresso alla mostra, visita guidata della Milano Contemporanea, accompagnatore al seguito. Adesioni entro il 20 Dicembre

Guida:  Elena Riboldi per Milano Contemporanea – Accompagna: Annaluisa Gori

 

SVEZIA – FINLANDIA – NORVEGIA. Aspettando le Aurore Boreali a Capo Nord.

Udine – Stoccolma – Kapellskär – Naantali – Rauma – Pori – Kokkola – Oulu – Kemi – Kittila – Karasjok – Capo Nord – Inari – Lulea – Skelleftea – Stoccolma – Udine.

C'è un luogo che non conosce rumore, se non il sussurro del vento interrotto dalle grida rauche degli uccelli. Un luogo dove il silenzio è poesia e dove la natura diventa grandioso, seducente, struggente spettacolo: Il Grande Nord. Una terra di paesaggi estremi, assoluti, fatti d'acqua e roccia, colorati di foreste di smeraldo e vallate di velluto d’estate, d’immacolato e abbagliante bianco d’inverno maculato da branchi di renne in cammino verso il mare. In questi villaggi da fiaba la vita segue il ritmo della luce e dell'ombra, dell'avvicendarsi sereno e sempre uguale delle ore, dei giorni, delle stagioni. Questa terra dalle vastità schiaccianti, mozzafiato, capace di dare brividi selvaggi e poetici, è la patria di popoli miti, tolleranti e accoglienti ed è il teatro di fenomeni naturali ammalianti, come l'aurora boreale e il sole di mezzanotte. Il viaggio a queste latitudini è un'esperienza irripetibile, capace di scatenare l'antica vertigine di fronte al sublime mistero del mondoAurora Borealis significa letteralmente "vento dell'alba"; non è possibile prenotarla, né noleggiarla per il tempo di uno scatto studiato; si manifesta all’improvviso e poi scompare senza preannuncio e senza lasciare traccia, veloce ma teatrale, calcando le scene del più grande stadio che l’uomo possa abbracciare con gli occhi…..

Arriviamo in volo a Stoccolma e incontriamo il pullman equipaggiato per il tour che ci ha preceduto con i bagagli e le attrezzature partendo due giorni prima. Raggiungiamo Kapellskär per traghettare in Finlandia e scendere a Naantali. Il paesaggio è bellissimo con la costa frastagliata illuminata e abbracciata dai ghiacci. Iniziamo a risalire il Golfo di Botnia incontrando lungo il percorso la pittoresca Rauma, patrimonio dell’Unesco, PoriVaasaKokkola…deliziosi villaggi con case di legno che si conservano dal XVI secolo. All’altezza di Oulu pieghiamo verso l’interno: miniere di rame e oro intercalano il nostro percorso e, lasciato il mare, prendiamo la via di Kittila dove visitiamo il Villaggio di Ghiaccio. Superato Karasjok, dov’è il Parlamento Sami, entriamo in Norvegia e per due lunghe notti ci appostiamo a Capo Nord. Iniziamo la via del rientro lasciando a malincuore l’agognato promontorio e, raddoppiata Inariprendiamo la strada verso Rovaniemi. Sostiamo per ringraziamenti e rimostranze al villaggio di Babbo Natale, anticipando desideri e promesse… Ancora un giorno in Lapponia a caccia di aurore, a spasso con le racchette da neve, guidati da un sami del luogo e dagli husky dagli occhi cerulei, alternando alle slitte, il caldo fuoco del camino, una sauna, uno zuccherino immerso nell’alcool speziato che intontisce le labbra…e la mente. Rientriamo scendendo lungo il Golfo dal versante svedese fermandoci nei villaggi più interessanti. A Lulea, visitiamo la Kirkstadt, patrimonio Unesco, costituita da oltre 400 casette in legno per i parrocchiani che ancora oggi si recano alle funzioni. A Skelleftea passeggiamo sul rosso e suggestivo ponte dell’amore. Infine Stoccolma… Gamla Stan, la città vecchia dalle strette stradine pittoresche ed eleganti, il Kunglica Slottet, residenza ufficiale del re, la Storkyrkan, cattedrale di Stoccolma, il Riddarhustorget, Casa dei Cavalieri, preceduta dalla statua del re Gustavo Vasa, la Riddarholmskyran, dove riposano i re di Svezia. Non manchiamo, lo Stadshuset (Municipio), simbolo della città con la statua giacente del suo fondatore, Birger Jarl. Dopo gli ultimi acquisti ci dirigiamo all’aeroporto. Un volo ci riporta in Italia… Se non abbiamo incontrato l’aurora diciamo senz’altro di averla vista e lo scatto rubato ad una cartolina prestampata farà l’invidia di chi non è venuto....

Dall’ 8 (volo serale)  al 18 Febbraio (Carnevale e le Ceneri) 2018

Quota di partecipazione (base 30 partecipanti) Euro 1.570,00 (soci sostenitori Euro 1.550,00) comprensive di: Volo low cost A/R, tasse aeroportuali comprese - Franchigia bagaglio a mano 10 Kg (i bagagli pesanti  e attrezzature saranno caricati due giorni prima sul pullman, equipaggiato appositamente per il tour, che ci precede via terra) - Pullman granturismo – Sistemazione in hotel  3* e 4* in camere doppie – Trattamento di prima colazione e cena in hotel – Pranzi in ristorante lungo il percorso – Traghetto diurno Kappelskär/Naantali in passaggio ponte – Ingressi: Castello di Neve, Villaggio di Ghiaccio, Museo dell’Oro e Parlamento Sami a Karasjok – Accesso al promontorio di Capo Nord – Visita all’allevamento di husky in Lapponia con guida e prodotti lapponi serviti nella cota – Guide locali ove previste – Guida/accompagnatore al seguito. Adesioni entro il 15 Dicembre con il versamento di Euro 400,00 a titolo di caparra. La data del saldo e il programma dettagliato saranno comunicati ai partecipanti.

Guida/accompagna: Annaluisa Gori - guide locali – driver: Roberto

Tour in programmazione

In conformità con le normative vigenti in materia, i viaggi si avvalgono dell'organizzazione tecnica di A.di V. abilitate. I tour in programmazione non sono confermati ma solo proposti. All'atto della conferma i partecipanti riceveranno foglio notizie con eventuali variazioni e dettaglio degli operatori. I tour sono riservati agli iscritti e ai soci sostenitori

Per i viaggi: Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’art. 16 della legge n. 269 del 3 agosto 1998:

“La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero”

 

 

 

 

 

Galleria Artemisia - Mortegliano (UD) Italy